Huawei, HiSilicon, Kirin, Kirin 1000, 5nm, Ban, USA, TSMC

La Ricerca e Sviluppo portata avanti da Huawei non sembra destinata a fermarsi nonostante il BAN che ancora pesa sul gruppo. Il prossimo passo per il produttore sarà certamente il lancio della famiglia Mate 40 che sarà caratterizzata dalla presenza di un nuovo SoC.

Il microprocessore in questione sarà il Kirin 1000, evoluzione diretta del Kirin 990 5G annunciato lo scorso anno. Come il predecessore, possiamo aspettarci il debutto del nuovo SoC proprio a settembre. In particolare, secondo alcune indiscrezioni, la data scelta da Huawei potrebbe essere il 5 settembre

Huawei presenterà a breve il SoC Kirin 1000 5G a 5nm

Si tratta di una data per nulla casuale. Infatti, nel periodo che va dal 3 al 5 settembre si terrà l’evento IFA 2020. Gli organizzatori hanno confermato che la Fiera Berlinese si svolgerà dal vivo seguendo rigidi protocolli di sicurezza. In totale potranno partecipare circa ottocento giornalisti mentre per quanto riguarda gli espositori e i venditori, bisognerà essere in possesso di pass speciali per accedere.

Se il Kirin 990 5G è stato utilizzato per device appartenenti alle famiglie Mate 30, P40 e Honor 30, ne consegue che anche il Kirin 1000 punterà ai top di gamma. Il debutto avverrà sui device della serie Mate 40, ma dopo pochi mesi possiamo aspettarci il lancio della famiglia P50.

Il processore di Huawei dovrebbe essere il primo al mondo a sfruttare il processo produttivo a 5nm. Questa scelta garantirà maggiore potenza pura e minori consumi, aumentando quindi l’autonomia dei device. A curare la fase di realizzazione e assemblaggio ci penserà TSMC che dovrebbe realizzare circa 15 milioni di unità.

La sfida dal punto di vista delle performance sarà contro avversari del calibro di Qualcomm e Apple. Infatti, il chipmaker americano presenterà il nuovo Snapdragon 875 mentre l’azienda di Cupertino lancerà il SoC A14.