dieselIl diesel è ancora il preferito dagli utenti italiani, tutto ruota a discapito dell’innovativo elettrico ed il più alla portata ibrido, almeno stando agli ultimi dati di vendita ed ai sondaggi portati avanti nel corso delle scorse settimane sul nostro territorio.

Siamo perfettamente consapevoli e consci che la motorizzazione del futuro dovrebbe essere l’elettrico, a patto che comunque si riescano a ridurre le emissioni dovute alla produzione dell’energia elettrica, e alle azioni di produzione/smaltimento delle batterie. Quando si saranno superati questi limiti, potremo sicuramente dire che le auto elettriche sono a zero emissioni.

Al giorno d’oggi, al netto di questa piccola parentesi, il diesel è ancora il preferito dagli italiani, scopriamone il motivo.

 

Diesel ancora preferito dagli utenti: ecco perché

  • Costo iniziale – la motivazione di base riguarda sicuramente il prezzo di vendita dell’automobile, un diesel costa molto meno dello stesso modello con motorizzazione elettrica.
  • Tempi di ricarica/rifornimento – la differenza è impari, chiaramente con un diesel serviranno 2/3 minuti per un pieno di carburante, quando invece con l’elettrico saranno necessari almeno 30 minuti.
  • Diffusione dei punti di ricarica/rifornimento – sebbene le colonnine si stiano lentamente diffondendo sul territorio italiano, secondo gli utenti sono ancora troppo poche e rade.
  • Capacità della batteria/serbatoio – in ultimo va considerata la portata, o capacità del serbatoio, stando ai dati attuali con una batteria media si possono raggiungere al massimo 400km di percorrenza (in condizioni perfette), con un diesel se ne possono fare anche il doppio.

Le differenze con il tempo si stanno assottigliando sempre di più, ma ad oggi questi sono i punti che fanno propendere gli utenti verso il motore diesel.