immuni

Se c’era qualche dubbio sul fatto se Immuni funzionasse o no, ecco che dalla Liguria arriva la risposta. Una delle prime regioni a far partire i test in merito all’app ha dimostrato che si tratta di un utile strumento alla lotta contro il Covid-19. Sono stati trovai i primi positivi e il sistema ha iniziato a notificare eventuali persone coinvolte.

Se è vero che da domani, Lunedì 15 giugno, l’app inizierà a funzionare in tutta Italia, da Genova arriva il primo successo. Tre soggetti sono risultati positivi al tampone ordinario per il coronavirus. Nel momento che è successo, gli è stato fornito il codice numerico che serve all’applicazione in sé per inviare le notifiche a chi di dovere.

Le notifiche andranno ad avvertire chiunque sia entrato in contatto, anche in modo involontario, con questi tre individui. Si tratta di un piccolo successo, ma un successo che rimane tale e che da buone speranza per il funzionamento ad ampio spettro.

 

App Immuni e la lotta contro il Covid-19

Per tornare a vivere, per cercare di tornare verso una normalità in attesa dell’arrivo di un vaccino, quest’applicazione è uno degli strumenti più utili che abbiamo. È già stata scaricata oltre 2 milioni di volte, un numero alto, ma servo uno sforzo aggiuntivo anche perché non è detto che chi l’ha scaricata poi la utilizzerà.

In un periodo in cui il distanziamento sociale sta venendo meno e nel momento in cui le mascherine vengono utilizzate da sempre meno persone, questa app ci permette di essere un attimo più fiduciosi. Il virus gira ancora e non bisogna prenderlo sotto gamba.