TIM

Dopo aver lasciato parte della scena a WindTre e Vodafone, anche TIM ora propone a tutti i suoi clienti delle rimodulazioni di prezzo. Anziché modificare i listini legati alla telefonia fissa (come i due principali rivali), il gestore italiano ha deciso di apportare delle rimodulazioni unilaterali relative alle promozioni per la telefonia mobile. 

 

TIM e le SIM card: il costo segreto che molti utenti non conoscono

A partire dal mese di Febbraio il gestore italiano ha inserito nei suoi listini un nuovo costo fisso relativo alle schede SIM. Tutti gli utenti che hanno una scheda SIM, senza avere una ricaricabile attiva per il profilo, sono chiamati al pagamento di una quota mensile pari a 1,99 euro.

Il costo extra non è quindi rivolto a tutti i clienti di TIM. Sono interessati da questo provvedimento solo gli abbonati che utilizzano le soglie del proprio piano tariffario i consumi quotidiani per le telefonate, l’invio degli SMS e la navigazione internet sotto rete 3G e 4G.

Ovviamente, con questo provvedimento i tecnici di TIM cercano di dar vita ad una strategia d’insieme. L’obiettivo del gestore è quello di invitare all’attivazione di una ricaricabile tutti i clienti che ancora ne sono sprovvisti. Ad ogni modo, nonostante la sorpresa, è bene ribadire come il provider abbia avvisato con degli SMS informativi tutti gli utenti coinvolti in tale provvedimento.

In vista dell’estate è inoltre previsto un ulteriore cambiamento contrattuale per alcuni clienti di telefonia mobile. A partire dal mese di giugno, come anticipato anche su queste pagine, TIM aumenterà i costi delle offerte Ten Go e SuperGiga 20.