IPTV: cosa si rischia se vi beccano con Sky e DAZN pirata in casa

Il mondo IPTV è sicuramente appetibile per tutti, soprattutto vista la motivazione principale che è il risparmio economico durante l’anno. Le varie aziende pay TV stanno accusando molto il colpo, anche se la loro voce è stata ascoltata dal governo. I controlli sono stati aumentati, e le forze dell’ordine sono quindi sulle tracce di tutti i trasgressori.

In molti non sanno di rischiare davvero tanto, e in particolare potrebbe essere utile l’esempio delle oltre 200 persone beccate in Italia.

Per avere a disposizione le migliori offerte per quanto riguarda Amazon, vi consigliamo di iscrivervi al nostro canale Telegram cliccando qui. 

 

IPTV: tanti utenti beccati saranno multati, non finisce però qui viste le aspre sanzioni preposte dal governo

L’IPTV ha messo nei guai tantissimi utenti, soprattutto 223 persone che ultimamente sono state beccate con le mani nel sacco. Queste saranno tutte multate con una sanzione molto aspra, mentre coloro che vendevano il servizio finiranno in galera. Inoltre tutti saranno costretti a consegnare i dispositivi utilizzati per la visione.

“L’operazione annunciata dal Nucleo Speciale Beni e Servizi della Guardia di Finanza in tema di contrasto alla diffusione di IPTV pirata si inquadra in un contesto strategico più ampio legato al fenomeno della pirateria che in Italia resta un problema centrale per l’industria audiovisiva e per il settore della cultura più in generale” dichiara Federico Bagnoli Rossi, Segretario Generale della Federazione per la Tutela dei Contenuti Audiovisivi e Multimediali (FAPAV).

“La strategia della nostra Federazione è quello di collaborare con le Forze dell’Ordine e le Autorità preposte per scardinare la piramide illecita e criminale che si cela dietro la pirateria, sia fisica sia digitale.”