aggiornamento DVB-T2 ItaliaPresto o tardi tutti quanto noi avremo bisogno di un decoder DVB T2. Alcuni utenti stanno già sperimentando la frustrazione del blocco canali. Network come quelli di RAI e Mediaset stanno cambiando le impostazioni per le loro trasmissioni. A causa dei canali oscurati saremo obbligati ad acquistare nuova apparecchiatura per il Digitale Terrestre 2.0. Potrebbe trattarsi di un televisore oppure di un semplice supplemento esterno. Scopriamo perché sta succedendo tutto questo.

 

DVB T2: ecco il motivo per cui i canali non vengono ricevuto sul televisore

Il motivo per il quale ci sono canali oscurati si deve ad un cambio programmato per la digitalizzazione dei programmi TV. Stiamo per passare tutti quanti all’alta definizione per RAI 1, Canale 5, Italia 1 e tutti gli altri canali che troviamo nella nuova lista LCN. La colpa è da attribuire alla rete 5G che segue il programma nazionale per le modifiche al DVB T2:

  • Dal 13 Gennaio al 30 Gennaio 2020 (province di Oristano e Sassari in Sardegna);
  • Dal 3 Febbraio all’8 Maggio 2020 (province di Imperia, Savona, Genova e La Spezia in Liguria;
  • Dal 20 Aprile al 30 Maggio 2020 (province di Massa Carrara, Lucca, Pisa, Livorno e Grosseto in Toscana);
  • Dal 4 Maggio al 30 Maggio 2020 (province di Viterbo, Roma e Latina nel Lazio).

Cambia la tecnologia che implica ora la compatibilità del codec HEVC con canali HD. Molti utenti lamentano la mancata visione dei programmi in onda. Spesso si verifica soltanto la ricezione dell’audio. Per ovviare a tale problema serve prima di tutto fare un test usando il canale 200. Verificata la mancata compatibilità possiamo cambiare decoder o TV. Nel primo caso esiste la possibilità di azzerare il costo. Il governo, infatti, prevede un bonus spesa commisurato al livello ISEE dichiarato in fase di acquisto tramite autocertificazione. Nessun rimborso, invece, per chi cambia televisore con un modello di nuova generazione.