astronomia mercurio retrogrado

Dopo alcuni mesi in cui Venere è stata l’assoluta protagonista dei nostri cieli notturni, presto l’ex “gemella della Terra” lascerà il posto a Mercurio tra metà e fine maggio. Il primo pianeta del Sistema Solare raggiungerà infatti la sua migliore visibilità nei nostri cieli verso fine mese, corredato da uno splendido tramonto a due con Venere.

Nello specifico, nei prossimi giorni accadrà che la distanza angolare dal Sole e l’altezza sull’asse dell’orizzonte terrestre di Venere diminuiranno, fino a che il pianeta diventerà non più osservabile nei cieli dal tramonto alla notte. Dopo una breve assenza, invece, Venere tornerà a farsi vedere durante le prime ore diurne.

Dal canto suo, Mercurio comparirà nel cielo serale sempre più da metà maggio, fino a raggiungere il picco di luminosità il 31 maggio quando tramonterà quasi due ore dopo il Sole.

 

Astronomia: occhi al cielo perché a maggio Mercurio sarà spettacolare

È proprio a fine mese il momento migliore per osservarlo verso Ovest, mentre non dovete perdere assolutamente il cambio della guardia con Venere intorno al 22 di maggio. I due pianeti saranno infatti in congiunzione alla luce della sera e tramonteranno insieme.

Due giorni dopo, Venere regalerà ancora scampoli di spettacolo quando il 24 maggio insieme a Mercurio incontrerà una splendida falce di Luna verso nord-ovest. Ma non possiamo dimenticare che in questo mese ci saranno anche delle stelle cadenti, e sappiamo bene che non esistono solo quelle estive.

In particolare in maggio riusciremo a vedere il gruppo delle “eta Aquaridi”, uno sciame meteorico legato anch’esso ai residui della cometa di Halley che prende il nome dalla omonima stella η Aquarii della costellazione dell’Acquario. Tuttavia alle nostre latitudini non è sempre facile osservarle perché il massimo di visibilità avviene nelle ore precedenti all’alba.

Ma in questo 2020 godremo di un aumento del numero delle meteore eta Aquaridi dal 3 al 10 maggio, per un tempo di osservazione più lungo che non verrà rovinato dalla Luna piena del 7 maggio. Come detto, si potranno osservare dalle 2 del mattino in poi.