google-meet-zoom

Negli ultimi mesi, a causa della quarantena obbligatoria, milioni di persone, con l’obbiettivo di restare in contatto con i propri cari, si sono riversate sulle applicazioni che permettono di effettuare videochiamate. Come ben sappiamo sono molteplici i servizi che lo permettono ma, fra tutte, quella più utilizzata per videochiamate di gruppo e meeting lavorativi è in assoluto Zoom. Nata nell’ormai lontano 2011 dall’omonima società statunitense, ad oggi Zoom conta più di un miliardo di Download in tutto il mondo. A quanto pare, però, di recente l’applicazione Americana è stata battuta da Google Meet che, di fatto, offre delle funzionalità fortemente apprezzate dagli utenti. Scopriamo di seguito i dettagli.

Google Meet e Zoom, ecco tutte le caratteristiche.

Google Meet, proprio come Zoom, è un servizio di videochiamate performante che, grazie alle funzionalità introdotte dal colosso della Mountain View, riesce ad adattarsi in maniera ottimale ad ogni possibile situazione. Riservato fino a poco tempo fa ai soli clienti aziendali, ad oggi il servizio è stato reso disponibile in maniera gratuita a chiunque possieda un account Google. Ecco di seguito le caratteristiche:

  • E’ possibile effettuare videochiamate con ben 250 persone.
  • Grazie alla tecnologia di conversione della voce in testo, Google Meet da la possibilità di creare dei sottotitoli in tempo reale alle conversazioni.
  • Per partecipare ai meeting, sarà sufficiente generare un semplice link a cui poi gli utenti dovranno accedere.
  • Se alcuni membri delle videochiamate desiderano partecipare telefonicamente, è possibile inserire all’interno delle chiamate il numero telefonico.
  • È possibile integrare il servizio Google Calendar, in modo da programmare gli eventi e le riunioni anche legate al mondo delle videochat.

Come ben sappiamo alcune delle funzionalità offerte da Meet sono già presenti in Zoom ma, purtroppo, quest’ultima ha una capacità massima di “sole” 100 persone.