In un momento in cui si è psicologicamente fragili, preoccupati per l’epidemia e costretti in casa per non diffondere il contagio, sognare di viaggiare nel mondo dona sollievo. La tecnologia d’oggigiorno ci trasforma in spettatori senza abbandonare il nostro comodo divano e grazie alle migliaia di webcam pubbliche o turistiche sparse nel globo è possibile viaggiare in tempo reale ovunque.

Grazie alle numerose piattaforme attraverso le quali accedere all’utilizzo di queste webcam, ci si può collegare a luoghi diversi e spesso lontanissimi tra loro. Così in un solo pomeriggio possiamo immaginare di fare shopping sulla 5th Avenue di New York e poco dopo ritrovarci a prendere un caffè a Piazza San Marco a Venezia, piuttosto che fare un salto al Temple Bar di Dublino.

 

Quali sono le piattaforme che possono connettersi con le webcam di tutto il mondo?

 

Tra le piattaforme maggiormente utilizzate per agganciare le telecamere sparse nel mondo, c’è Skyline Webcams che ci consente di connetterci alle maggiori città del globo come a luoghi dal valore naturalistico immenso. Così dal Pantheon capitolino o da Piazza della Signoria a Firenze, da Puerta del Sol a Madrid o dal Parlamento greco ad Atene, si può arrivare ad osservare paesaggi incontaminati come il Lower Zambezi National Park in Zambia.

Un’altra piattaforma interessante è EarthCam che accessibile anche da smartphone per iOS ed Android, ci fa girovagare virtualmente dalla silenziosa Time Square al caotico incrocio Shibuya di Tokyo. Ricca di destinazioni da visitare anche Webview livescope che prevede per l’utente persino la possibilità di accedere ad una mappa dove stabilire quali luoghi visitare: così dalle spiagge di Honolulu alla cima innevata del Monte Fuji in Giappone il viaggio è breve.