Microsoft in concomitanza del DirectX Developer Day tenutosi in streaming su Mixer, ha presentato ufficialmente le API DirectX 12 Ultimate, una versione migliorata delle ormai già presenti API DX12.

Ecco tutte le nuove feature

Bisogna partire da un presupposto fondamentale, le nuove API appena presentate hanno uno scopo ben preciso, unificare il mondo del gaming tra PC e Xbox, facilitando quindi il lavoro agli sviluppatori.

Tra le tecnologie più in rilievo abbiamo soprattutto il tanto atteso supporto al Ray Tracing, che si articola nelle DirectX Raytracing 1.1 (DXR 1.1).

Come se non bastasse, le nuove API introducono importanti funzionalità come Variable Rate Shading, Mesh shader e Sampler Feedback.

Una delle più interessanti è sicuramente Variable Rate Shading la quale permette un netto incremento prestazionale, dovuto ad un ottimizzazione che guida il chip grafico a concentrarsi maggiormente su alcune scene, indirizzando la potenza di calcolo in modo intelligente.

Mesh shader invece è una tecnologia introdotta già da Nvidia sulle GPU Turing, essa permette una migliore gestione delle scene più complesse, evitando colli di bottiglia prestazionali.

Sampler Feedback invece si occupa della gestione della memoria video, migliorando e ottimizzando la gestione di risoluzioni elevate che vanno oltre il QHD.

Ovviamente per vedere titoli in grado di sfruttare a pieno le nuove API rilasciate da Microsoft dovremo aspettare, dal momento che i giochi attuali non le supportano, un’attesa che sicuramente verrà ripagata.

Le API DirectX 12 Ultimate sono compatibili con le schede video Nvidia RTX e con le future GPU di casa AMD basate su architettura RDNA2.

Microsoft le rilascerà ufficialmente con il prossimo aggiornamento di Windows 10 20H1 che al momento però non ha ancora una data di lancio stabilita.