Home News Coronavirus: l’Israele utilizzerà uno strumento per combattere l’epidemia

Coronavirus: l’Israele utilizzerà uno strumento per combattere l’epidemia

L'Israele potrebbe violare la privacy degli cittadini la localizzazione antiterroristica, ma solo in nome della salute pubblica per limitare il coronavirus.

coronavirus israele

Il tentativo di Israele di frenare l’epidemia di coronavirus potrebbe  mettere a repentaglio la privacy dei cittadini. Il primo ministro Benjamin Netanyahu ha delineato piani per utilizzare la tecnologia di localizzazione antiterrorismo per localizzare le persone in contatto con coloro che portano il virus. L’uso di tale tecnologia non era chiaramente incentrato per questo tipo di scopi. Il servizio di sicurezza interna israeliano però, ha confermato Shin Bet a Reuters, potrebbe essere utile per frenare il coronavirus.

 

Israele cerca di frenare il coronavirus con questo tipo di tecnologia, altri paesi potrebbero prendere esempio

L’annuncio sta già sollevando preoccupazioni. L’esperto per la privacy Avner Pinchuk ha avvertito che ciò potrebbe includere il monitoraggio del telefono in tempo reale per avvisare le autorità delle violazioni della quarantena o il rilevamento dei metadati per determinare i viaggi e i contatti di un paziente COVID-19. Shin Bet ha risposto dicendo che non avrebbe usato la sua tecnologia “nel contesto delle linee guida sull’isolamento”.

Numerosi paesi hanno bloccato gran parte delle loro infrastrutture, incluso Israele. Ha appena ordinato la chiusura di hotel, centri commerciali, ristoranti e teatri. L’uso della tecnologia di sorveglianza tuttavia è relativamente nuovo e ciò potrebbe spingere altri paesi a seguire l’esempio, se la legge lo consente. In tal caso, la tecnologia di sorveglianza potrebbe essere fin troppo comune, almeno mentre l’epidemia continua a imperversare.