FiscoDietro la manovra 2020 del Fisco si nasconde l’ingegno dei dirigenti dell’Agenzia delle Entrate. Al posto dell’avasometro hanno definito la nuova versione del redditometro, attraverso cui mette sotto torchio ogni movimento sospetto arbitrario e contorto di denaro.

Neanche a dirsi il sistema funziona egregiamente verso gli evasori fiscali che ormai non hanno scampo. Tanto bene che in caso di rilevata infrazione iniziano a giungere le notifiche per attività finanziaria sospetta. Il Garante Fiscale spulcia ogni movimento bancario a partire da realtà consolidate del Paese come BNL, Unicredit, Fineco ed Intesa Sanpaolo.

 

Fisco con la lente di ingrandimento: se qualcosa non va scatta la multa

Un sofisticato sistema informatico incrocia i dati sul reddito analizzando le entrate e gli interessi economici dei clienti bancari. Sotto osservazione vi sono carte di credito e di debito oltre che prepagate. Chi dispone di un conto corrente è soggetto al controllo sul rapporto entrate/uscite. Ogni qualvolta i dati non collimino o vi siano uscite consistenti scatterà un allarme.

L’intelligenza digitale basata su questo algoritmo finanziario garantirà l’esclusione di strani movimenti ed informazioni omesse. Il rapporto di analisi sarà gestito in tempo reale con tutte le operazioni finanziarie e bancarie sotto stretto controllo. Nel mirino anche la giacenza media e le fatture elettroniche. I nuovi strumenti per combattere i trasgressori ci sono tutti.

Sanare il buco finanziario creatosi con i soprusi degli imprenditori e dei commercianti è l’obiettivo principale del Fisco che farà di tutto per riportare le cose in pari. Fate attenzione a come gestite il vostro denaro.