auto elettrica idrogeno diesel benzina nucleareParecchie auto elettriche hanno cominciato a girare per le strade italiane dopo il veto posto alle vetture diesel per quanto riguarda le emissioni nocive. Nonostante questo le automobili a gasolio e benzina continuano a mantenere il primato numerico rispetto all’elettrico. A poco stanno servendo i consigli e gli incentivi regionali e statali per il passaggio alla mobilità eco sostenibile.

Ormai da tempo sappiamo che il l’elettrico supera il diesel in quanto ad emissioni totali di biossido di carbonio. Una valutazione positiva per le componenti a propulsione fossile. Ben presto le cose cambieranno in luogo dei nuovi processi produttivi. Ma riuscirà il mercato EV ad arrivare in tempo per il 2030, anno in cui si manifesterà un nuovo carburante eco-friendly? Ecco le ultime dichiarazioni.

 

Felix Gress parla del nuovo carburante auto: addio diesel ed elettrico nel giro di dieci anni

Felix Gress di Continental AG ha espresso una previsione ottimistica perla mobilità stradale del futuro. Pensa che diesel ed elettrico siano destinati a soccombere sotto i colpi del nuovo idrogeno. In rete e nel mondo dei motori si parla delle Fuel Cell, sistemi già in progetto ma non ancora maturi per un mercato di commercializzazione pubblico intensivo. Non ci impiegherà molto. Secondo l’eminente parere della fonte pare si possa parlare del prossimo 2030 quale anno di lancio.

Si attendono nuove colonnine per una rete di distribuzione efficiente attiva a livello nazionale ed estero per i veicoli che verranno. In merito Gress ha detto:

“Le Fuel Cell sono ancora immature, a partire dal 2030 però potrebbero fare il loro debutto trionfale su vasta scala. Il pubblico potrebbe convertirsi all’idrogeno grazie alla grande autonomia che questa tecnologia offre, sarebbe dunque capace di cambiare sensibilmente il settore dei trasporti su lunga distanza, sia passeggeri che merci.”