Si attende con ansia il lancio della prossima console da gioco di casa Sony, PlayStation 5, il cui debutto è stato fissato a Natale. Intanto, Jim Ryan, CEO di Sony Interactive Entertainment, ha voluto deliziare l’attesa rivelando qualche dettaglio in più sulla console next-gen. L’intervista è stata rilasciata ai colleghi di Business Insider Japan, e poi riproposta in inglese da Gematsu.

PlayStation 5 avrà delle caratteristiche uniche che la distingueranno dalle console precedenti. Le novità più grandi non le abbiamo ancora annunciate“, commenta Jim Ryan, facendo intendere che, in realtà, tutto quel che è stato già rivelato sulla prossima PlayStation riguarda solo una piccola parte delle novità che interesseranno questa nuova console, sulla quale c’è ancora molto da scoprire.

“Ogni volta che viene lanciata una nuova console, il suo processore e la grafica migliorano. Ovviamente, queste sono novità interessanti, ma dobbiamo anche avere delle caratteristiche speciali. E’ stato già confermato l’uso di una unità di memoria a stato solido. Ciò permetterà di avere tempi di caricamento quasi nulli. Questo è già un grande cambiamento.

“Anche l’audio 3D e il supporto al feedback tattile del controller sono elementi che riusciranno a sorprenderti. Anche solo giocare a Gran Turismo Sport con un controller PlayStation 5 ti farà vivere un’esperienza completamente diversa. Sarà impossibile tornare indietro dopo aver provato la superficie stradale con controllo tattile e dopo aver giocato con i grilletti adattivi.”

PlayStation 5, un Remastering Engine per giocare a vecchi titoli PS1, PS2, PS3 e PS4

Oltre ciò, è probabile che PlayStation 5 permetterà di giocare a vecchi titoli per PS1, PS2, PS3 e PS4. Per il momento, si tratta solamente dell’ennesima indiscrezione, questa volta lanciata su Twitter da @HipHopGamer.

Il leaker ha parlato di un “Remastering Engine“, una particolare tecnologia alla quale Sony starebbe lavorando per poter permettere ai possessori di PS5 di eseguire anche i titoli delle console di vecchia generazione. Si tratterebbe di una funzionalità molto simile a quella già vista su Xbox One X, e che aggiungerà a questi vecchi titoli anche il supporto al 4K. Se ciò dovesse essere vero, verrebbe confermata la voce per cui la prossima PlayStation sarà retrocompatibile.