raiNegli ultimi mesi in rete è rimbalzata una notizia che ha fatto letteralmente gioire milioni di consumatori italiani, parliamo della fake news relativa all’abolizione del bollo auto e del canone Rai, due delle tasse che tutti noi vorremmo non dover pagare, ma che purtroppo siamo costretti a versare con continuità annuale.

La soluzione a cui tanti di noi hanno auspicato risulta essere irrealizzabile per svariati motivi, a partire proprio dalla condizione attuale delle casse dello Stato e del debito pubblico in generale. Come molti di voi sapranno, infatti, l’Italia naviga in cattive acque, i livelli del debito hanno raggiunto altezze inimmaginabili, il rischio di multe dall’Unione Europea è veramente alto, sebbene comunque il Governo stia lottando duramente per evitare il temutissimo aumento dell’IVA (che andrebbe ad appesantire ancora di più le tasse che noi tutti dobbiamo pagare).

Il problema è proprio questo, dovete considerare che il bollo auto garantisce un guadagno per le casse statali di 6 miliardi di euro all’anno, il canone Rai si ferma solamente a 1,5 miliardi, ma complessivamente sono 7,5 miliardi sicuri al 31 dicembre. Il periodo corrente di magra per le casse statali non può che essere allietato dalla certezza di poter contare su simili introiti, per quale motivo dovrebbero privarsene?

 

Canone Rai e bollo auto: la notizia dell’abolizione è falsa

E’ chiaro, tutti noi vorremmo potercene liberare in tempi decisamente brevi, ma purtroppo è palese come non accadrà né oggi, né pensiamo purtroppo mai. Questa è la realtà e che ci piaccia o no dobbiamo assolutamente farcene una ragione.