disservizi

Anche quest’anno i disservizi di rete non ci hanno abbandonato. In particolare, nelle ultime settimane, una grande fetta di utenti Tim, Wind, Tre, Vodafone e Iliad hanno segnalato diversi down sia su rete fissa che rete mobile.

A causa di tutti questi problemi, quindi, i Call center sono stati letteralmente invasi dalle migliaia di segnalazioni quotidiane relative ai disservizi di rete che, in questi giorni di festività, hanno completamente bloccato l’accesso a internet. Scopriamo quindi di seguito maggiori dettagli sugli ultimi problemi.

Disservizi Tim, Wind, Tre, Vodafone e Iliad: ecco la soluzione per scoprirli in anticipo

La prima cosa che ci capita di fare quando non funziona la rete è quella di contattare immediatamente il nostro operatore via Call center. Fortunatamente, però, ad oggi esiste un’alternativa che ci permette di evitare le lunghe attese telefoniche. Stiamo parlando di Downdetector.it, una piattaforma innovativa che raccoglie 24/7 tutte le segnalazioni fatte da parte degli utenti e fornisce costantemente un quadro generale sui problemi di rete di ogni singolo operatore telefonico, o servizio. Ecco quindi di seguito i problemi delle ultime ore rilevati attraverso Downdetector:

  • Problemi legati ad Internet fisso per Tim che ha registrato picchi di 55 segnalazioni all’ora nelle città di Roma, Milano, Napoli, Torino, Palermo, Firenze, Brescia, Catania, Macerata;
  • Problemi alla connessione Internet per Wind nelle città di Milano, Roma, Torino, Catania, Verona, Foggia, Genoa, Firenze, Bologna;
  • Problemi legati alla telefonia mobile per 3 Italia che ha ricevuto centinaia segnalazioni in particolare da Roma, Milano, Napoli, Torino, Genoa, Firenze, Ferrara, Bresso, Cernusco Sul Naviglio;
  • Problemi alla rete internet, sia fissa che mobile, per Vodafone con picchi di 40 segnalazioni all’ora provenienti dalle città di Roma, Milano, Napoli, Bologna, Bari, Firenze, Rho, Catania, Brescia;
  • Seri problemi alla telefonia mobile di Iliad nelle città di Milano, Roma, Napoli, Catania, Bari. Torino, Brescia, Casoria, Ravenna;