GameStop, Sony, Microsoft, PlayStation 5, Xbox Scarlett

Che GameStop navighi in cattive acque è ormai cosa nota. Il gruppo ha più volte rivisto le proprie politiche commerciali arrivando anche ad annunciare la chiusura di centinaia di punti vendita. In queste ore, ad ulteriore conferma di questa crisi, sono arrivate le previsioni gli utili per il prossimo anno.

Secondo un report di Reuters, GameStop ha annunciato il tagliato delle previsioni sugli utili per tutto il 2020. La motivazione è da ricercare nei mancati acquisti da parte degli utenti i quali preferiscono scegliere versioni digitali dei giochi piuttosto che le versioni fisiche. Inoltre, l’altro fattore determinante per il calo delle vendite è l’arrivo della nuova generazione di console. Infatti, la presentazione di PlayStation 5 e Xbox Scarlett caratterizzerà il prossimo anno e di fatto cambierà il mercato delle console. 

Il possibile periodo di lancio della next-gen è previsto nella seconda metà del 2020, per sfruttare appieno il periodo natalizio. Ne consegue che il prossimo anno sarà molto particolare per GameStop e le vendite dei giochi per la current-gen saranno molto limitate. L’azienda ha già registrato un calo del 20% delle proprie azioni e i prossimi mesi si prospettano ancora difficili. Gli analisti ritengono che la crisi durerà fino all’ultimo quadrimestre del 2020 ma ci sarà una netta ripresa a partire dal 2021.

Le vendite di PlayStation 5 e Xbox Scarlett spingeranno anche le vendite di giochi fisici e accessori, migliorando così la posizione economica di GameStop. Inoltre l’azienda ha avviato anche una ristrutturazione per cercare di rafforzare il proprio sito Web e migliorare la propria immagine. Attraverso un accurato controllo del credito e dei costi, GameStop spera di riuscire a sopravvivere per i prossimi mesi, in attesa di una boccata d’ossigeno garantita dalle console Sony e Microsoft.