smartphone in carica esplode

Ad oggi, per via dei classici ritmi quotidiani e per far fronte alle molteplici difficoltà che possono colpirci ogni giorno, ricaricare il proprio Smartphone per mantenerlo costantemente attivo e al 100% risulta essere ormai una necessità di tutti. In particolare nell’ambito lavorativo molto spesso capita di dover utilizzare il proprio telefono per inviare Mail o per modificare alcuni documenti importanti.

Per evitare quindi di ritrovarsi nel mezzo di una giornata impegnativa con uno Smartphone completamente scarico, di recente centinaia di migliaia di utenti hanno iniziato a ricaricare i propri Smartphone durante la notte. Ogni giorno, infatti, i consumatori di tutto il mondo sfruttano la fascia oraria che va dalle 23:00 alle 07:00 per ricaricare il proprio cellulare.

Lasciare in carica il proprio Smartphone per molteplici ore durante la notte, però, tende a compromettere lo stato batteria che, ogni giorno, viene stressata da lunghi cicli di ricarica. Nonostante ciò, però, pare che gli Smartphone di ultima generazione abbiano finalmente risolto questo problema. Scopriamo di seguito maggiori dettagli.

Smartphone in carica di notte: ecco quali sono i rischi reali

E’ risaputo ormai che gli Smartphone di oggi montano batterie molto più capienti e molto più prestanti di quelle montate sui cellulari di qualche anno fa. Queste ultime, infatti, iniziavano a danneggiarsi seriamente già nei primi mesi di utilizzo e, in particolare, durante le prime ricariche notturne. Le batterie attualmente utilizzate dagli Smartphone di ultima generazione, invece, hanno finalmente risolto tutti i problemi poiché, già in fase di produzione, sono state progettate per resistere a lunghi e numerosi cicli di ricarica