Esteticamente gli auricolari di Beats sono più grandi del comune e più appariscenti delle AirPods. Il look è aggressivo, ma non si ha imbarazzo a vestirle anche al di fuori di un contesto sportivo.

I PowerBeats Pro sono basati sul chip H1 intorno a cui sono cui sono costruiti anche le AirPods e quindi funzionano proprio come il device Apple; a cominciare dal processo di abbinamento, totalmente automatico se si ha un device di Cupertino. Basta aprire la custodia e toccare il tasto sullo schermo di iPhone per collegarli.

Non mancano i tasti. Una bella differenza nella forma: più grande rispetto le AirPods. Ne abbiamo 4, due per auricolare. Proprio perché sono pensati per gli allenamenti e le attività sportive, i Powerbeats Pro sono resistenti al sudore e a quantità d’acqua non eccessive; tutto ciò grazie al codice IPX4 che valuta il grado di protezione contro l’intrusione di parti sia solide come polvere che liquide.

PowerBeats Pro, esattamente come gli AirPods, sono totalmente dipendenti dalla loro custodia. Uno dei punti di forza assoluti dei PowerBeats Pro è nella batteria da 200 mWh, più del doppio di quella degli AirPods: 93mWh.

Il prezzo è di 186 Euro.