Google ha presentato oggi una serie di nuovi hardware, tra cui i telefoni Pixel di ultima generazione. Una caratteristica che distingue Pixel 4 e Pixel 4 XL dalla massa: il radar incorporato.

Sono i primi telefoni a essere forniti di radar integrato. È il risultato del Project Soli, che ha iniziato a prendere forma nel gruppo Advanced Technology and Projects di Google circa cinque anni fa.

Cosa porta la tecnologia radar di Project Soli ai nuovi telefoni Pixel? Riconoscimento dei gesti con Motion Sense, e non è come tutti quelli che potresti aver provato su altri dispositivi. È incredibilmente veloce e preciso, in grado di misurare le variazioni sub-millimetriche in posizione verso il basso.

La vicepresidente del Product Management Sabrina Ellis ha affermato che il radar e il back-end di riconoscimento possono facilmente riconoscere la differenza tra un comando gestuale e altri movimenti, come raggiungere il telefono per prendere una penna o uno spuntino.

Non dovrai più toccare lo smartphone con il dito sporco. Guanti compatibili con il tocco? Non avrai bisogno di quelli con Motion Sense sul posto di lavoro.

Il senso del movimento è così efficace in ciò che fa, infatti, che può rilevare molto di più di ciò che sta accadendo direttamente davanti al Pixel 4 e 4 XL. Per rassicurare le persone attente alla privacy, Google ha progettato il telefono per gestire localmente l’elaborazione di tutti i dati radar.

 

Google: le caratteristiche tecniche di Pixel 4 e Pixel 4 XL

I telefoni dispongono di display OLED flessibili a 90Hz con proporzioni 19: 9 (Pixel 4 racchiude un FHD + a 444PPI mentre XL passa a QHD + e 537PPI).

Sono entrambi alimentati da processori octa-core Snapdragon 855 a 2,84 GHz, con 6 GB di RAM e 64 o 128 GB di memoria integrata. Entrambi hanno anche macchine fotografiche eccezionalmente buone.

Sul retro i nuovi pixel sono dotati di un sensore da 16 MP con apertura ƒ / 2.4, campo visivo di 52 ° e larghezza pixel di 1,0 μm. L’altro è un sensore da 12 MP con apertura ƒ / 1,7, campo visivo 77 ° e larghezza pixel 1,4 μm.

Come con i suoi predecessori, l’hardware non racconta l’intera storia con Pixel 4 e 4 XL. Ci sono molti maghi del software che lavorano dietro le quinte per produrre immagini davvero sorprendenti anche in condizioni di scarsa luminosità.

E con la sua trascrizione da sintesi vocale e capacità di ricerca che francamente sembrano buone per essere vere, la nuova app Recorder su Pixel 4 potrebbe essere una manna dal cielo per studenti e giornalisti di tutto il mondo.