Canone Rai

Gli hacker sono sempre all’ordine del giorno e sono continuamente alla ricerca di nuovi metodi per colpire i consumatori; ad aiutarli sono anche le attrezzature all’avanguardia che gli permettono di raggirare le vittime senza essere scoperti.
Nelle ultime settimane, alcuni cyber criminali hanno colpito diversi consumatori tramite  mail facendogli credere che ad inviarle era la RAI; grazie a delle attrezzature specifiche sono riusciti a creare un messaggio molto simile a quello che invierebbe un ente affidabile e ufficiale.

La truffa del Canone Rai: ecco come le vittime sono state colpite

I cyber criminali hanno ideato un nuovo metodo per raggirare i clienti e, questa volta, si sono messi nelle vesti della famosa radiotelevisione: la Rai; grazie a delle attrezzature molto particolari, sono riusciti a creare delle mail molto simili a quelle ufficiali falsificandone il mittente.

Il messaggio informava le vittime di un rimborso del Canone Rai nei giorni a seguire, ma per riceverlo era necessario compilare un modulo telematico apposito; alla fine del messaggio era stato inserito un link apposito per indirizzare le vittime ad una pagina web dannosa che permetteva di inserire tutte le informazioni necessarie.

Una volta che le vittime inserivano i loro dati, gli hacker riuscivano ad accedere automaticamente al conto in banca delle vittime; così facendo, sono riusciti a svuotare l’intero ammontare del saldo disponibile in un attimo e a farla franca con i soldi rubati.

Prestare moltissima attenzione e controllare ogni dettaglio sono le due cose principali da fare non appena si riceve una mail promozionale o, in questo caso, di un eventuale rimborso; gli hacker riescono quasi sempre ad ingannare le loro vittime, perciò meglio essere diffidenti.