tempesta magneticaUna tempesta magnetica potrebbe mandare fuori uso le telecomunicazioni mondiali in Europa. A scopo cautelativo la ESA (European Space Agency) ha suggerito un progetto cautelativo il cui scopo è quello di porre in essere un comune piano di contenimento contro i potenziali effetti di una tempesta magnetica. 

Si propone quindi uno studio del meteo spaziale in vista di una perturbazione cosmica che potrebbe mandare offline diversi sistemi. Il nuovo rapporto pubblicato sul Journal of Space Weather and Space Climate ha descritto i propositi del comitato. Ecco che cosa è stato pubblicato.

 

Una tempesta magnetica potrebbe mandare fuori uso tutta quanta l’Europa: reti elettriche. satelliti e comunicazioni 4G, WiFi e 5G tagliate per il passaggio di un fenomeno spaziale imprevedibile

La squadra di esperti a capo dell’analisi preventiva del meteo spaziale  – del quale fa parte il fisico italiano Mauro Messerotti, dell’Osservatorio di Trieste dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) e università di Trieste – ha fatto considerazioni importanti sui potenziali rischi meteo che potrebbero verificarsi al passaggio di una nube energetica proveniente dal Sole e diretta in Europa.

Negli ultimi anni il cerchio della conoscenza cosmica si è ampliato. Il vento solare necessita di una attenta analisi dei potenziali fenomeni impattanti l’Europa ed il resto dei continenti. In condizioni estreme, difatti, ci si troverebbe di fronte a scenari insostenibili. Per definizione:

“La tempesta magnetica causa danni a satelliti, reti elettriche, problemi nelle comunicazioni radio (compresi i cellulari) e nella navigazione Gps”

Tali fenomeni, tra l’altro, interessano le latitudini più alte, ma studi recenti hanno dimostrato che nel passato ci sono state tempeste geomagnetiche molto intense, con effetti fino all’equatore”.

Molte location, tra cui anche l’Italia, hanno iniziato ad aumentare le attività di controllo in relazione a ciò che potrebbe rappresentare un vero problema. Ma ciò non basta. A quanto pare l’Unione Europea ha bisogno di un sistema unico di intervento e di finanziamenti atti a descrivere meglio i modelli che consentono di prevedere ed arginare situazioni simili. Le tempeste geomagnetiche sono ora sotto stretta osservazione, grazie a missioni spaziali atte a valutare i rischi a livello nazionale ed europeo.

IMPORTANTE: Non esiste alcuna teoria che provi il sopraggiungere di un tale evento. L’allarmismo circa l’argomento tempesta elettromagnetica non preoccupa. Si tratta soltanto di un tavolo di discussione comune per un progetto che consenta di meglio descrivere i fenomeni prevedendo un piano di contenimento in vista di una potenziale mutazione degli eventi atmosferici.