credito sim svuotato truffa compagnie telefoniche

Da alcuni mesi, ormai, sono aumentate a dismisura e le truffe ai danni dei clienti Tim, Wind, Tre e Vodafone che, al loro risveglio, scoprono di aver perso tutto il proprio credito residuo. A quanto pare, però, a preoccupare tutti gli esperti del settore è la natura di queste truffe, soprannominate truffe fantasma”, poiché si attivano nel completo anonimato e senza la minima autorizzazione iniziano a prosciugare tutto il credito telefonico della vittima.

Come ovvio che sia, però, queste truffa non rappresentano nulla di paranormale. Alla base, infatti, ci sono quei fastidiosissimi abbonamenti a giochi e contenuti a pagamento che, da ormai molteplici anni, colpiscono ogni giorno migliaia di utenti italiani. Scopriamo quindi di seguito come funzionano queste truffe e in che modo possiamo difenderci.

Truffe telefoniche: ecco come non perdere il proprio credito residuo 

A differenza delle truffe bancarie e di quelle relative al Phishing, questo tipo di truffe telefoniche si attivano in modalità del tutto silenziosa. Basta infatti cliccare su un banner pubblicitario oppure su un link condiviso da qualche pagina losca e, in pochi istanti, il proprio credito viene completamente azzerato.

A preoccupare maggiormente tutti i clienti di Tim, Wind, Tre e Vodafone, però, è il fatto che per difendersi da questo tipo di truffe non si può fare molto. Le strade da intraprendere, infatti, sono veramente poche e denunciare alle forze dell’ordine risulta essere totalmente inutile. L’unica soluzione fattibile è infatti quella di contattare il proprio operatore e richiedere il blocco istantaneo di tutti questi abbonamenti a pagamento. In questo caso, però, ricordate di richiedere anche il rimborso totale del credito truffato.