Renault e Ford: motori e batterie a rischio, lo scandalo fa tremare i colossi

Tra le case automobilistiche più amate in tutto il mondo, figurano certamente Renault e Ford. I due colossi, rispettivamente francese ed americano, stanno portando avanti la realizzazione di tanti nuovi veicoli ma non sono esenti dagli ultimi scandali che hanno caratterizzato il mondo delle automobili.

Alcuni report hanno infatti fortemente accusato le due case automobilistiche, le quali avrebbero lanciato sul mercato veicoli fallati con evidenti difetti di fabbrica. Ad essere coinvolti In totale sarebbero addirittura oltre 700.000 automobili, con problemi rispettivamente a motori e batterie. Nel caso di Ford infatti, stando a quanto riportato, il polo negativo di supporto di ogni batteria registrerebbe perdite di acido. Tutto ciò andrebbe dunque a creare un buco nella cella, e questo potrebbe di conseguenza portare ad un corto circuito ed al successivo incendio della vettura. Tra le automobili colpite figurano la Ford Mondeo, la Ford S-Max e la gamma Galaxy.

 

 

La lista di tutti Renault (e di altre case automobilistiche) coinvolti

Per quanto concerne la nota e pluripremiata casa automobilistica francese, pare che diversi veicoli stiano riscontrando problemi in merito al motore con un consumo anomalo di olio. Ciò potrebbe anche portare alla rottura del motore in almeno 400 mila vetture lanciate sul mercato. Ecco la lista dei motori colpiti da tale difetto:

I modelli sui quali è montato il motore 1.2 (tipo H5FT):

Renault (motore 1.2 TCe 115, 120 e 130 ch)

  • Captur
  • Clio 4
  • Kadjar
  • Kangoo 2
  • Mégane 3
  • Scénic 3
  • Grand Scénic 3

Dacia (motore 1.2 TCe 115 e125 ch)

  • Duster
  • Dokker
  • Lodgy

Mercedes (motore 1.2 115 ch)

  • Citan

Nissan (motore 1.2 DIG-T 115 ch)

  • Juke
  • Qashqai 2
  • Pulsar