bollo-autoTante persone ripongono fiducia nel fatto che il bollo auto possa essere immediatamente abolito. La tassa rappresenta una vero e proprio ostacolo per gli italiani che pensano di passare ad un’auto migliore. I costi per il mantenimento della vettura sommano la componente di “possesso” a revisione, tagliando ed assicurazione. L’onere diventa insostenibile tanto che si è pensato di eliminare questa imposta. Ma non è una decisione da prendere a cuor leggero. Ecco cosa succede in questo momento.

 

Bollo auto: sarà abolito oppure aumenterà?

Negli ultimi mesi si è fatto un gran discutere in merito alla tassa più odiata dagli automobilisti. Molti Paesi europei hanno già votato la sfiducia per un’imposta importante che in Italia vale diversi milioni di euro all’anno per lo Stato. Con ogni probabilità non ci rinunceranno così facilmente nonostante le rassicurazioni dell’ex vicepremier Luigi Di Maio che aveva parlato di un taglio costi da applicare a tutte le Regioni.

Trattandosi di una imposta locale sono le Regioni a decidere le sorti della situazione. La sua mancanza potrebbe segnare importanti aggravi sulle casse dello Stato, tanto che si è pensato di armonizzare i costi conferendo autonomia alle Regioni. Questo significa che il quadro generale potrebbe cambiare con amministrazioni a bollo zero euro da affiancare a Regioni che prevederanno commisurati aumenti. Il contro verrebbe pareggiato in questo modo.

La prospettiva attuale è pertanto molto appannata. Nel tempo la questione potrebbe essere risolta in considerazione di ulteriori risvolti che tengano conto dello spread e di altri parametri finanziari. Prima di parlare di un addio al bollo auto potrebbe passare parecchio tempo. Saremo qui per informarvi sui futuri sviluppi.