K2-18 b

Ricercatori e scienziati sono sempre alla ricerca di novità che riguardano spazio, pianeti e asteroidi; grazie alle attrezzature all’avanguardia come per esempio sonde, satelliti, telescopi, over e via dicendo è possibile effettuare delle ricerche molto più accurate. Recentemente, protagonista di numerose ricerche e rilevanti discussioni è il Pianeta K2-18 b, scoperto nel 2015 dal telescopio spaziali Kepler della NASA; ecco quali sono le importanti novità.

K2-18 b: la NASA fa un incredibile scoperta a riguardo

K2-18 b, definita una delle tante super Terre, è un pianeta con una massa compresa fra quelle di Nettuno e quelle della Terra; difatti, la sua massa è maggiore rispetto a quella della Terra di ben 8 volte e, attualmente, è l’unico Pianeta esterno al Sistema Solare che possiede dell’acqua.

Ebbene sì, gli scienziati hanno scoperto dell’acqua allo stato liquido nell’atmosfera del Pianeta; secondo alcune opinioni, il Pianeta ad una distanza ideale ruota intorno a una piccola e fredda stella del Sole che permette una temperatura perfetta per mantenere l’acqua allo stato liquido.

A scoprire queste informazioni è un gruppo di studenti e ricercatori dell’University College di Londra di cui ne fanno parte Giovanna Tinetti, Angelos Tsiaras e Ingo Waldmann; sono riusciti a costruirne le caratteristiche dell’atmosfera grazie ad alcuni dati acquisiti dal telescopio spaziale Hubble (gestito dalla NASA e dall’ESA) negli anni 2016 e 2017.

Sono appunto riusciti a trovare la firma molecolare dell’acqua (accanto a quella di elio e idrogeno) grazie allo sviluppo di alcuni algoritmi con cui hanno analizzato la luce della stella filtrata dell’atmosfera; i ricercatori hanno inoltre comunicato che vogliono condurre dei nuovi e accurati studi per scoprire se possono essere presenti alcune tracce di metano e azoto.