Truffa via mailOgni giorno nuove email fraudolente intasano la casella di posta elettronica di numerosi utenti minacciando la sicurezza dei loro dati personali e in alcuni casi dei loro risparmi presenti su carte di credito e conti correnti. Al fine di diffondere consigli che permettono di evitare i tentativi di frode di questo tipo, e renderli innocui, la Polizia Postale segnala le varie truffe online che è possibile riscontrare e tra i più recenti appare una mail che richiede un riscatto di ben 5000€. 

Truffa via mail: ecco l’ultimo tentativo di frode segnalato dalla Polizia Postale!

La truffa online segnalata dalla Polizia Postale sulla sua pagina Facebook e sul suo sito ufficiale “Commissariatodips.it” si presenta via mail e mira ad intimorire gli utenti tramite il seguente messaggio:

“….Pensi davvero che fosse una specie di scherzo o che puoi ignorarmi? Vedo cosa stai facendo, pedofilo. Smetti di fare shopping e xxxxxxxxx, il tuo tempo è quasi finito. Sì, so cosa stavi facendo sabato. Ti sto osservando…….. Se non finanzerai questo indirizzo bitcoin xxxxxxxxxxxxxxxxxx con 5.000 Euro entro xxxxxxxx prossimo, contatterò i tuoi parenti e tutti i tuoi iscritti nell’elenco e mostrerò loro le tue registrazioni di pedofilia.”

In sostanza, si tratta dell’ennesimo tentativo di spamming a scopo estorsivo ma ciò non deve incutere timore poiché pochi accorgimenti possono consentirne l’eliminazione prima che possa creare qualsiasi tipo di inconveniente.

Leggi anche:  Phishing, la truffa che ruba dati e svuota i conti: ecco come evitarla

Innanzitutto, è molto importante non allarmarsi e soprattutto non procedere con alcun tipo di pagamento. Il messaggio ricevuto non riporta nulla di reale e offrendo ai cyber-criminali quanto richiesto si darà loro l’opportunità di continuare con le richieste di ulteriore denaro, dunque è fondamentale evitare. Inoltre, è utile procedere frequentemente con l’aggiornamento delle password e utilizzare sistemi di sicurezza efficaci.