Mentre Facebook e Apple hanno visto le loro piattaforme di messaggistica riscuotere un notevole successo in tutto il mondo (basti pensare che WhatsApp, Messenger ed iMessage sono tra le piattaforme più diffuse a livello globale), Google ha lanciato una serie di servizi che non sono però riusciti a convincere gli utenti.

Dopo il ritiro di Hangouts e Duo, però, il colosso di Mountain View ci prova nuovamente rilanciando la sua app Messaggi che sfrutterà presto il protocollo RCS (Rich Communication Services). Questo permetterà di inviare SMS e messaggi multimediali in modo completamente gratuito, sfruttando la sola connessione Internet, a tutti gli utenti in possesso di uno smartphone Android.

SMS 2.0, come funziona l’anti WhatsApp di Google

Non solo il nuovo protocollo RCS permetterà di inviare, tramite SMS, anche contenuti multimediali. Questo supporterà anche una serie di funzionalità avanzate come la conferma di lettura, gli indicatori di battitura ed i profili aziendali verificati.

In poche parole, i nuovi SMS 2.0 di Google somigliano molto ad iMessage di casa Apple. L’app Messaggi pre-installata su tutti i dispositivi Android, infatti, permetterà di inviare SMS gratuiti a tutti gli utenti che sono in possesso di uno smartphone con il sistema operativo del simpatico robottino verde, semplicemente sfruttando la connessione Internet.

Al momento, però, gli SMS 2.0 non sono protetti dalla crittografia end-to-end, divenuta ormai fondamentale per gli utenti perché garantisce loro sicurezza e protezione della Privacy. Per poter davvero fronteggiare WhatsApp, Telegram, Messenger e iMessage, dunque, Google dovrà dapprima implementare questa tecnologia. Del resto, il colosso di Mountain View ha già riferito di star lavorando ad una soluzione.