,bollo-auto

Al momento in Italia il bollo auto non è ancora stato eliminato e questo rappresenta un grosso problema per le finanze degli italiani. Nonostante da anni i cittadini chiedono la sua abolizione, bisognerà ancora attendere parecchio per la sua abolizione.

La sua cancellazione è anche sulla bocca di tutti oggigiorno per una proposta mal-interpretata del vice premier Di Maio. A ciò, si somma una frase fraintesa del giudice della Cassazione, Luca Antonini. 

Il Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, avrebbe dichiarato che la cancellazione del bollo sarebbe possibile grazie al calo dello spread in Italia avuto in Italia nell’ultimo periodo. Questo però ma adesso che il Governo è entrato in crisi da pochissimi giorni, possiamo dire addio alla proposta di Di Maio.

Il politico aveva dichiarato che grazie al calo dello Spread, entro fine anno il Governo avrebbe preso tutte le info per avviare la pratica della cancellazione.

Leggi anche:  Bollo auto: ecco i veri motivi per cui non verrà abolito

Bollo auto: la sua cancellazione ufficiale non è mai stata dichiarata

A ciò, si somma la sentenza della Corte Costituzionale che stabilisce più potere alle Regioni sulla questione “incognita” sul bollo auto. Il giudice della Cassazione, Luca Antonini, aveva dichiarato inoltre che il bollo auto non avrebbe avuto aumenti legati alla pressione fiscale per via dei limiti imposti dal legislatore statale.

Le Regioni potranno agire in piena autonomia, abolendo anche del tutto la tassa sul possesso dell’automobile. Nonostante queste dichiarazioni però, la cancellazione dell’odiata tassa sul possesso di un’automobile non sarà mai una proposta avvallata dalla Corte Costituzionale. Appare evidente quindi come si possano essere generate incomprensioni e confusione a riguardo.