Huawei

L’azienda cinese Huawei, a sorpresa, ha deciso di presentare solamente qualche giorno fa, il proprio sistema operativo. Si chiama HarmonyOS ed utilizza una tecnologia cross-platform.

Il nuovo sistema operativo è stato lanciato dal colosso cinese dopo essere stato tagliato fuori da Google con Android e dagli Stati Uniti a causa del diverbio con il Presidente Donald Trump. Ecco tutti i dettagli.

 

Huawei presenta HarmonyOS, il proprio sistema operativo

Come anticipato precedentemente, HarmonyOS è un sistema operativo cross-platform, essendo basato su Microkernel per ogni scenario possibile, potrà quindi essere installato non solo sugli smartphone, ma anche su automobili, altoparlanti wireless o PC. Offre un’esperienza di utilizzo senza soluzione di continuità e semplifica anche la vita a tutti gli sviluppatori. HaromyOS è anche in grado di girare su dispositivi con una piccola memoria RAM, anche nell’ordine dei KB.

Grazie al suo Deterministic Latency Engine, il sistema operativo sarà anche in grado di impostare in anticipo le priorità di esecuzione di tutti i task, in questo modo le risorse del dispositivo su cui è installato, potranno essere concentrate verso le attività che hanno una priorità maggiore. L’azienda ha molto insistito sulla sicurezza.

Ha dichiarato che sono stati implementati metodi di verifica formale in un TEE, grazie ai quali è possibile convalidare la correttezza del sistema della sorgente. Harmony verrà rilasciato con licenza open source e solo sugli smart display dell’azienda, che punta in soli tre anni a raggiungere anche altri dispositivi, tra cui smartphone. Per gli utenti che se lo stanno chiedendo, Harmony sarà anche in grado di eseguire applicazioni Android, anche se non subito dopo il lancio.