5g

Da diversi mesi, ormai, sul web non si fa altro che parlare del 5G e del suo arrivo previsto per il prossimo anno. Complotti, polemiche e fake news sono diventati ormai il pane quotidiano per tutti coloro che sono contro l’installazione sul suolo italiano della nuova rete mobile ultra veloce. L’ultimo tema su cui questi personaggi si sono accaniti riguarda un possibile disboscamento necessario per potenziare il segnale del 5G nei luoghi in cui si distendono boschi fitti. 

Stando a quanto dichiarato gli alberi sembrerebbero distorcere il segnale del 5G e quindi le istituzioni, in collaborazione con gli operatori telefonici Italiani, avrebbero preso in considerazioni l’abbattimento di migliaia e migliaia di alberi per permettere un potenziamento della nuova rete. Scopriamo di seguito maggiori dettagli. 

5G: arriva la bufala degli alberi per raggirare gli utenti Tim, Wind, Tre, Vodafone ed Iliad

Sono molteplici rischi legati al 5G che potrebbero danneggiare la nostra salute e quella di tutto ciò che ci circonda. Molti di questi, però, non sono nient’altro che fake news studiate a tavolino per poterci lucrare e per diffondere false preoccupazioni. Negli ultimi mesi, ad esempio, si è parlato di un collegamento tra la morte di alcuni uccelli e le radiazioni emesse dalle celle del 5G, collegamento poi smentito dagli esperti che hanno confermato la maggior sicurezza della rete 5G in termini di radiazioni rispetto a quella attuale del 4G. 

Ad oggi, invece, la notizia di cui tutto internet parla riguarda un possibile disboscamento atto a migliorare il segnale del 5G. Inutile dirvi che anche in questo caso si tratta di una completa bufala. Sicuramente gli alberi saranno d’intralcio alla rete ma la struttura ed il posizionamento delle celle permetterà di evitare facilmente questo problema senza abbattere nessun albero.