google assistant whatsapp telegram

Google Assistant non smette di stupire e da ora in poi avrà la capacità d’interagire con i messaggi delle applicazioni di terze parti, come Whatsapp e Telegram, e non più solo con Google Messaggi e Hangouts.

Sarà in grado, infatti, di leggere i messaggi testuali delle app terze semplicemente eseguendo il nostro comando vocale, con la possibilità alla fine della lettura di inviare una risposta a voce o tramite scrittura. E non stiamo parlando di un servizio meccanizzato dalla voce fredda e senza particolari orpelli: la lettura sarà decisamente utile e piacevole, grazie al fatto che verranno pronunciate l’applicazione di origine del messaggio, il nome del mittente, e il messaggio stesso non sarà più notificato sullo smartphone.

 

WhatsApp e Telegram si alleano con Google Assistant

Purtroppo, Google Assistant non fa miracoli e non verranno letti i messaggi che contengono allegati come foto, video, note audio e simili. Tuttavia, l’assistente comunicherà all’utente che il messaggio ha degli allegati multimediali e terrà la notifica attiva per ulteriore lettura.

Mai banale, l’azienda di Mountain View ci regala un altro piccolo tassello per rendere lo smartphone uno strumento che toccheremo sempre meno. Comodo soprattutto se alla guida, la nuova feature di Google Assistant capace di leggere vocalmente i messaggi delle applicazioni di messaggistica sarà molto utile.

Inutile commentare che, purtroppo, la funzione non è ancora disponibile in italiano. Come sappiamo, la nostra lingua subisce sempre dei forti ritardi nella traduzione delle nuove feature, specialmente se afferente ai comandi vocali. Il roll out in inglese procede spedito e, magari, penseranno presto a noi poveri Italiani.