truffe telefoniche e bloccare telefonate call center

Nuove truffe si abbattono sulle linee dei clienti TIM, Wind Tre e Vodafone che stremati non sanno neanche più come rispondere alle chiamate di telemarketing. Con l’arrivo dell’estate, infatti, le proposte commerciali sono aumentate a dismisura ma dietro queste si nascondono anche delle truffe portate avanti da call center fittizi, i quali pur di fare qualche attivazione eseguono operazioni illecite. 

Truffe Call Center: ecco a cosa bisogna stare attenti

Un po’ per il caldo, un po’ per il relax di chi è in vacanza, negli ultimi tempi quando si risponde al telefono lo si fa svogliatamente e soprattutto superficialmente. A tutti, infatti, è capitato almeno una volta nella vita di rispondere al cellulare senza prima dare un occhiata al numero e di fornire subito informazioni. Ovviamente nella maggior parte dei casi tutto ciò si restringe ad una semplice risposta come “Sto parlando con il Sig?” “Sì, mi dica“.

Purtroppo, molte volte basta una semplice affermazione come quel “sì” a fregare gli utenti e a portare al raggiungimento dei piani dei Call Center. Questo è il caso della famosissima quanto ridicola “truffa del sì” che nonostante il tempo passato miete ancora delle vittime.

Al fine di non rimanere coinvolti in eventuali truffe e trovarsi spiacevoli bollette inattese, le cose da fare sono due: bloccare i call center e le chiamate di telemarketing in generale; evitare di rispondere a queste chiamate fornendo delle informazioni personali e soprattutto utilizzando sinonimi dell’affermazione “sì”.
E’ utile ricordare, infine, che nel caso siate interessati ad una nuova promozione ormai i siti degli operatori nazionali forniscono ogni tipo di informazione.