Postepay è la card del gruppo Poste Italiane più utilizzata dai cittadini per la semplicità e immediatezza d’uso. Essendo una prepagata molto usata, viene bersagliata dagli hacker e truffatori.

Molti clienti hanno ricevuto una mail (del tutto fittizia) che informa di un eventuale blocco della carta di credito. Per sbloccarla occorre inserire i propri dati personali e bancari. Tale meccanismo, che ha il nome di phishing, è una truffa bella e buona.  Poste Italiane ammette che queste sono truffe in piena regola e di esserne totalmente estranea alle pratiche in questione. Sul proprio sito, suggerisce anche un rapido e esaustivo vademecum su come difendersi dall’attacco.

Noi consigliamo all’utente di non cliccare assolutamente su alcun link. L’ignaro cliente viene indirizzato a una fake pagina web simile a quella di Poste Italiane, dove avverrà la vera e propria truffa.

Leggi anche:  PayPal: basta un SMS su Tim e Vodafone per svuotare una carta prepagata

Le PostePay nel mirino degli hacker

Poste Italiane anche sul proprio sito personale, dichiara di non inviare comunicazioni alle mail dei propri clienti, pertanto cestinate immediatamente le email non appena vi arrivano.

Tra tutte le altre truffe abbiamo anche la clonazione della carta di credito. Infatti i cybercriminali riescono ad accedere alle informazioni e ai dati della carta e quindi del conto e la clonano effettuando pagamenti sui siti di loro interesse. Oppure ancora attraverso vari tentativi di phishing o smishing, gli hacker derubano sempre più gli utenti, imitando l’Ente di fiducia ed invitando l’utente ad accedere ad una falsa pagina web.

Ricordatevi di prestare attenzione non lasciando mai i vostri dati incustoditi o scoperti, ne tantomeno inserirli su siti di cui non vi fidate.