PostePay

Una nuova truffa si sta diffondendo sul territorio italiano e ancora una volta i soggetti vittime di tali intenzioni sono i clienti di PostePay. Le famose carte di Poste Italiane, infatti, sono molto usate e molto diffuse nel territorio italiano, ma hanno un’unica pecca: sono sempre soggette a diversi tentativi di frode.

Durante gli anni, gli utenti hanno imparato a riconoscere il phishing, le false telefonate e gli annunci ingannevoli, ma oggi una nuova tecnica si sta diffondendo sempre di più: lo smishing. 

PostePay: ecco come funziona l’ultima truffa via SMS

La nuova truffa che sta prendendo piede attraverso gli SMS e sui numeri dei possessori di PostePay ha tratti in comune con le più conosciute. In particolar modo, la frode prevede una tra le solite comunicazioni molto importanti: il blocco della propria carta. Come si può immaginare questo avviso altro non è che falso e orientato solo ad attirare l’attenzione della vittima.

Leggi anche:  PostePay a rischio truffa: un nuovo SMS può prosciugare la carta

All’interno dello stesso messaggio la vittima può trovare anche la soluzione al suo problema: un rapido click sul collegamento e potrà sbloccare la PostePay in meno di un secondo. Peccato che una volta aperto il link, i propri dati di accesso verranno rubati grazie ad un falso log in ed il proprio conto svuotato in men che non si dica.

Per poter vivere sonni tranquilli e custodire la propria PostePay al sicuro altro non è necessario che ignorare deliberatamente questo genere di comunicazioni. Come riportiamo sempre, Poste Italiane non comunica mai attraverso questi mezzi con i suoi clienti.