Huawei-Mate-30-Pro design render

Nonostante la questione del Ban che vede fronteggiarsi gli USA e Huawei non ha al momento alcuna soluzione, i lavori del colosso cinese devono proseguire. Ecco quindi che non sorprende scoprire l’arrivo di un nuovo notebook e soprattutto lo sviluppo in corso del nuovo sistema operativo.

Tuttavia Huawei sta pensando anche a supportare attivamente il mercato smartphone con l’arrivo di nuovi modelli. Tra i più attesi c’è certamente la serie Mate 30 ed in particolare il futuro Mate 30 Pro. Secondo alcune indiscrezioni provenienti dalla Cina, il produttore potrebbe implementare una feature già portata sul mercato da un competitor.

La caratteristica innovativa sarebbe un display AMOLED con frequenza di aggiornamento a 90Hz, simile a quello che equipaggia OnePlus 7 Pro. Sebbene il flagship OnePlus non sia stato il device che ha portato al debutto questa tecnologia, si tratta di un brand molto amato in tutto il mondo. La visibilità ottenuta dal produttore ha sollevato l’interesse verso i pannelli a 90Hz o refresh rate più alti.

Al momento non c’è nessuna conferma riguardo questa scelta. Le prime indiscrezioni sulla dotazione hardware del device arriveranno tra qualche mese, considerando il debutto previsto per il periodo autunnale. In ogni caso ci aspettiamo un hardware al top come Huawei ci ha abituato.

Leggi anche:  Huawei, emergono novità sul sistema operativo alternativo ad Android

Quasi certamente il SoC sarà il Kirin 985 con supporto alle reti 5G. Il comparto fotografico potrà vantare un’ottica dotata di zoom ottico da 5x e zoom digitale da 50x. Ci aspettiamo almeno 4200mAh di batteria con supporto alla ricarica rapida a 55W.

Oltre alla dotazione hardware, alcuni artisti inoltre hanno iniziato ad ipotizzare il design di Mate 30 Pro. Il device dovrebbe riprendere le linee guida del modello precedente, come il comparto fotografico con un layout quadrato. Tra le novità invece ci sarà sicuramente il display caratterizzato dal “buco” per ospitare la fotocamera. In questo caso ci si aspetta una soluzione in stile Samsung, con un buco soltanto per il Mate 30 base e uno doppio per la versione Pro.

Al momento si tratta solamente di indiscrezioni. Non resta che aspettare le prossime settimane per scoprire ulteriori dettagli