apple MacBook Pro 15 Touch Bar 2019 iFixit

Uno dei problemi più gravi che affligge Apple e i suoi MacBook Pro da sempre, è quello relativo alla tastiera. In seguito alle infiltrazioni di polvere e all’uso prolungato, i tasti e il meccanismo a farfalla tendono a rompersi.

Apple ha cercato in tutti i modi di arginare il problema, anche arrivando ad inserire uno strato in plastica sotto la tastiera che proteggesse i meccanismi da pulviscolo e sporco. Con il nuovo modello MacBook Pro 15″ 2019 il produttore americano ha fatto un ulteriore passo in avanti.

Grazie al terdown effettuato dai ragazzi di iFixit, è emerso come all’interno delle tastiere del laptop ci siano molti cambiamenti. La nuova plastica è trasparente e più resistente ed è stato rivisto il metallo utilizzato per la struttura dei tasti. Questa scelta dovrebbe garantire una migliore durata dei tasti stessi.

Se si rompe il MacBook Pro 15″ 2019 sono guai

Purtroppo però, sembra che Apple non abbia modificato altro all’interno dei nuovi MacBook Pro 15″ 2019. Infatti la memoria RAM, il processore e la memoria di sistema sono tutti saldati alla scheda madre. Questa scelta da parte del produttore rende impossibile ogni tipo di upgrade.

Leggi anche:  Telefoni cellulari: tre modelli degli anni '80 e '90 da vendere subito

Le altre componenti come il case, la batteria e la tastiera sono unite con una grande quantità di colla. La rimozione di una sola delle componenti citate è impossibile, ma la sostituzione deve avvenire in blocco. Problemi anche per il Touch ID che lavora in abbinamento al chip T2 della scheda logica. Eventuali riparazioni possono essere effettuate solo presso i centri autorizzati.

Sommando tutti questi problemi e limitazioni, iFixit ha espresso un giudizio poco lusinghiero sul nuovo MacBook Pro 15″ 2019 di Apple. Il laptop ha totalizzato solo 1 punto su 10 nel test di riparabilità essendo di fatto estremamente difficile da riparare.