huawei mate x google rimuove-smartphone-

Non basta il marasma creatosi con il ban imposto dal Governo Trump a Huawei negli Stati Uniti, e nemmeno il brutto voltafaccia di Google, poiché anche dall’Italia arrivano cattive notizie per il colosso cinese. Secondo alcune fonti non ancora del tutto verificate, sembra che TIM e Vodafone abbiano messo uno stop temporaneo alle loro partnership con Huawei nello sviluppo della rete 5G e nell’adozione del nuovo Mate X.

I due operatori, infatti, avevano in programma di lanciare la rete di quinta generazione in estate e avrebbero volentieri contato sul supporto di un super device come Huawei Mate X 5G. Ma, purtroppo, le pressioni della politica internazionale si sentono anche qui e, si sa, l’Italia non è un paese che intende andare contro gli Stati Uniti.

 

Le ragioni del blocco delle vendite di Mate X 5G in Italia

Come prevedibile, dunque, la decisione di voltare le spalle a Huawei da parte di TIM e Vodafone poggia sull’assunto che nello scontro tra il colosso cinese e il governo statunitense non si debba mettere il dito. In più, come ci si poteva aspettare, il nuovo super flagship Mate X 5G non ha ancora ricevuto la certificazione del Google Play Services. Pertanto, i due giganti della telecomunicazione italiana non si arrischiano a commercializzare sotto il loro brand uno smartphone che potrebbe non avere il supporto delleapp ufficiali di Google.

Nonostante ci sia del marcio in Italia (non in Danimarca stavolta, cit.), TIM ha precisato in una nota che la ricostruzione dei fatti ventilata dalle fonti della notizia non è assolutamente veritiera. Vodafone ha invece calcato la mano negando addirittura che vorrebbe lanciare la propria rete 5G in Italia a luglio.

Per ora viaggiamo sulle indiscrezioni ma, se ciò fosse confermato, si sta profilando una debacle per Huawei e un figura non proprio elegante di TIM e Vodafone.