Amazon

Secondo quanto riportato da Bloomberg, 100 venditori presenti sulla piattaforma di e-commerce Amazon avrebbero subito ad una pericolosa truffa informatica. Il periodo in questione è quello che va dal maggio all’ottobre dello scorso anno.

Al momento, secondo le ultime indiscrezioni, non sono ancora noti i nomi dei truffatori, sappiamo solamente che hanno rubato i fondi di oltre 100 venditori presenti sulla piattaforma. Scopriamo i dettagli.

 

100 venditori Amazon hanno subito una truffa informatica

Un gruppo non ancora identificato di cybercriminali è riuscito ad eludere tutti i sistemi di sicurezza presenti sulla piattaforma Amazon e rubare fondi per un totale di circa 100 venditori. Il denaro in questione è stato deviato dai conti dei commerciati a quelli dei malintenzionati, che hanno organizzato un piano molto ben architettato.

Leggi anche:  Google punta sull'energia rinnovabile: ecco le novità per salvare il Pianeta

Bloomber ha citato documenti sul caso, depositati nel mese di novembre scorso da Amazon nel Regno Unito. Ora questi documenti sono diventati pubblici anche se non è ancora dato sapere a quanto ammontano le somme sottratte. Dagli incartati possiamo dedurre che sono finite su conti gestiti da Barclays e su altri di Prepay Technologies, un gruppo britannico che è specializzato nel mercato delle prepagate.

I malviventi sarebbero riusciti ad ottenere le credenziali di accesso degli account dei commerciati truffati, sulla piattaforma Seller Center con un tentativo di phishing. La prima transazione fraudolenta sappiamo che è datata 16 maggio. Barclays ha risposto alla redazione di Bloomberg dicendo di essere costantemente al lavoro per chiudere i conti nei quali vengono versati questi soldi.