Facebook

Il social network Facebook negli scorsi giorni ha annunciato che ThruPlay diventerà l’opzione di acquisto di default per la propria pubblicità video. Il social, contestualmente a questa decisione, inizierà lo spegnimento della soluzione per l’ottimizzazione delle visualizzazioni video da 10 secondi.

Per chi ancora non lo conoscesse, ThruPlay è uno strumento lanciato lo scorso settembre, che permette alle aziende di ottimizzare il pagamento di quegli annunci che vengono visti interamente per almeno 15 secondi. Scopriamo insieme i dettagli.

 

Facebook, nuove opzioni per il pagamento delle pubblicità video

Nonostante la piattaforma di Mark Zuckerberg si al momento sul filo del rasoio, in attesa di una maxi multa che potrebbe toccare una cifra di 5 miliari di dollari per lo scandalo Cambridge Analytica di ormai un anno fa, non ha intenzione di fermarsi. Facebook in un post ha spiegato: “Dal momento della sua introduzione, l’ottimizzazione ThruPlay ha funzionato molto bene sugli inserzionisti video“.

Leggi anche:  Facebook vs Rankwave: l'azienda analizzava dati privati senza consenso

Ha continuato dicendo: “Di fatto, per ogni dollaro speso in una campagna, l’ottimizzazione ThruPlay performava in maniera comparabile all’ottimizzazione delle visualizzazioni video da 10 secondi nel miglioramento dell’ad recall e della brand awareness. Per questo abbiamo reso ThruPlay il tool di ottimizzazione di default per le campagne video“.

A partire dal prossimo 31 luglio 2019, ThruPlay e 2-Second Continuos Video Views, saranno le uniche opzioni disponibili per l’ottimizzazione dell’erogazione delle pubblicità. Fino a quella data tutti gli inserzionisti dovranno sostituire manualmente con una di queste due opzioni, l’eventuale opzione 10 secondi precedentemente impostata. La pena sarà la messa in pausa delle proprie campagne.