IPTV: Le Iene spiegano tutto, ecco perché gli utenti rischiano multe incredibili

Gestire un abbonamento IPTV per gli utenti è davvero semplice visti i pochi passaggi che questo comporta. Infatti serve solo ed unicamente pagare una piccola somma per ottenere ogni piattaforma utile tra quelle più blasonate in Italia e nel mondo in generale.

Ovviamente le grandi aziende tentano in tutti i modi di opporsi ad un fenomeno ormai radicato in tutto il paese. Infatti gli enti preposti stanno cominciando a muoversi con più regolarità in merito a sanzioni e soprattutto multe da comminare ai trasgressori. Tutto ciò era stato anticipato da Le Iene, che in un loro servizio parlarono dei possibili problemi con la legge. (Per le migliori offerte anche sui decoder Android di Amazon, ecco il nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare).

Leggi anche:  IPTV: il piano contro la pirateria e Sky gratis, il servizio potrebbe sparire

 

IPTV: Le Iene avevano ragione, ecco a quanto ammontano le multe che gli utenti possono ricevere

Avere tutta la programmazione a pagamento per soli 10 euro al mese o poco più, potrebbe essere di certo una soluzione allettante per gli utenti. Ovviamente nel momento in cui tutto ciò fosse legale, e visto che l’IPTV non lo è per nulla, arrivano i primi guai per gli utenti.

Le Iene avevano infatti avvisato: da 2000 fino a 25.000 euro di multa agli utenti. Inoltre anche un portale molto importante è stato chiuso. Parliamo di No Freeze IPTV, sito che in molti casi offriva anche la visione gratuita di ogni canale.