Whatsapp Android transcriber

Sul nostro WhatsApp di sicuro non mancano le note vocali. Le registrazioni audio, anche se non ce ne accorgiamo, sono presenti in centinaia, se non anche migliaia di unità. Le note vocali hanno a dir poco rivoluzionato la comunicazione quotidiana. Al posto di inviare lunghi messaggi testuali, cosa c’è di meglio di una nota di pochi secondi? Il pubblico oggigiorno proprio non può fare a meno delle registrazioni.

 

WhatsApp, una semplice app per gestire le note vocali con pochi click

Magari non sembra, ma le note vocali possono portare anche piccoli problemi. Pensiamo ad un luogo comune: spesso e volentieri gli utenti tendono ad inviare file multimediali anche quando basterebbero solo poche parole da scrivere con la tastiera. Ciò può causare non pochi fastidi, specie per quanto concerne lo spazio in memoria del device. Una nota vocale ha un peso relativo, più registrazioni invece possono occupare anche alcuni Giga dello smartphone. 

Per conservare qualche Mega è sempre possibile eliminare alcuni file inutili. Purtroppo però WhatsApp ancora non offre uno strumento di controllo totale. E’ quindi necessario avvalersi di un software su Google Play: stiamo parlando di “Note vocali per WhatsApp”.

Leggi anche:  WhatsApp: la nuova truffa mette in pericolo privacy e conto degli utenti

Con questo software gli utenti potranno unire, riprodurre, spostare o eliminare i file OPUS provenienti dalle chat. Grazie a questa app si può cercare di liberare quanto più spazio possibile nel proprio cellulare.