Netflix

Netflix, piattaforma di contenuti in streaming più famosa al mondo, ha dovuto piegarsi alla potenza del Super Bowl americano, nonostante tutti i contenuti originali e non, proposti a tutti i propri utenti.

Il Super Bowl è l’evento sportivo più atteso in America per tutto l’anno, vinto quest’anno, per chi non lo sapesse, dai New Englands Patriots. L’evento mondiale, ha comportato un momentaneo calo delle visioni sulla piattaforma, ma c’era anche da aspettarselo.

 

Netflix accusa il colpo del Super Bowl

Essendo il Super Bowl l’evento più atteso dell’anno, mentre la piattaforma è amata per tutti gli altri 364 giorni l’anno, potevamo aspettarci che la maggior parte degli utenti, soprattutto statunitensi, avrebbero rinunciato alla propria serie TV preferita per guardare l’evento dell’anno. A dare l’annuncio è stata umilmente la stessa società con una serie di messaggi molto simpatici ed ironici sul proprio profilo Twitter.

Leggi anche:  Netflix: nuovo titoli abbandonano il catalogo

Qualche sera fa l’attenzione degli spettatori era rivolta solamente all’evento sportivo, soprattutto dopo l’esibizione musicale dell’half time, quest’anno con i famosissimi Maroon 5. Non possiamo quindi stupirci che le piattaforme streaming ne abbiano risentito. Stando ai numeri resi noti da The Wrap, il traffico sul portale di streaming sarebbe sceso di oltre il 32% durante il Super Bowl.

Il dato è stato successivamente confermato dal colosso: “A quanto pare questa cosa del Super Bowl è molto importante… sembra che la visione di Netflix negli Stati Uniti sia diminuita del 32% rispetto a una normale domenica“. Nonostante questo piccolo calo, la piattaforma non dovrebbe minimamente preoccuparsi, dato che già da oggi la maggior parte degli utenti abituali sono tornati a guardare i propri contenuti preferiti sulla piattaforma.