Avenger Bird nintendo switch

Il prossimo 5 febbraio, lo store di Nintendo Switch potrà vantare un nuovo titolo dal fascino vintage. Si tratta di Avenger Bird, un gioco platform a scorrimento laterale con grafica volutamente retrò. La grafica a pixel grandi, infatti, non è un limite tecnico ma una precisa scelta stilistica. Lo sviluppatore TiliaSoft si è ispirato ai giochi a 16-bit, titoli nei quali il gameplay era più importante della grafica.

In Avenger Bird si impersonerà un uccellino a cui sono stati rapiti i pulcini. Questo ci porterà ad affrontare vari livelli e sfide pur di riportarli al nido. Le meccaniche di gioco sono semplici ma efficaci. Sarà possibile volare e planare per brevi distanze grazie alle piccole alette dell’uccellino. Principalmente bisogna evitare ogni tipo di rischio piuttosto che affrontare direttamente il pericolo. Questo significa che bisogna studiare il percorso migliore per procedere e nel frattempo raccogliere gli oggetti.

Patryk Zieliński, sviluppatore del gioco, ha definito Avenger Bird una sorta di tributo ai titoli shareware diffusissimi su PC negli anni 90. È possibile considerarlo come un successore spirituale dei titoli disponibili per PC e Amiga. Nonostante il look da grande classico, sono molte le caratteristiche moderne. Infatti prima di tutto non è un titolo che procede all’infinito, ma ci sono 32 differenti livelli da superare divisi in 4 mondi diversi

In totale l’avventura si può completare in un tempo compreso tra le 3 e le 5 ore a seconda dello stile di gioco. Considerando la presenza di easter egg e collezionabili, necessari per completare il gioco al 100%, l’avventura potrebbe anche durare più del previsto.

Il gioco è già stato pubblicato su Steam nel 2017, ma grazie al publisher Ultimate Games è arrivata anche la versione Nintendo Switch. Il prezzo di lancio su Nintendo eShop è di 1,99 euro e per maggiori informazioni, è possibile consultare la pagina ufficiale del gioco.

Leggi anche:  Selma and the Wisp, un nuovo titolo indie dalle tinte dark