Oggi, ogni consumatore, che sia un adolescente o un adulto, possiede uno smartphone e utilizza i social; comunicare con una o più persone, non è mai stato così facile, grazie alle innumerevoli applicazioni gratuite. Messenger, Facebook, Telegram, Whatsapp, sono tutte delle app gratuite e scaricabile su ogni tipo di smartphone, che tramite una connessione Internet, permettono di comunicare.

Whatsapp spiata dagli hacker

Whatsapp è un applicazione di messaggistica istantanea e utilizzata da più di 250 milioni di persone; purtroppo, recentemente, abbiamo ricevuto delle notizie, relative all’applicazione e da hacker che possono spiare le nostre conversazioni.

Un gruppo di ricercatori, hanno scoperto, delle vulnerabilità relative alla sicurezza della rete 4G; i problemi rilevati, sono descritti e suddivisi in tre protocolli:

  • Un primo protocollo, per accedere al dispositivo mobile, tramite la connessione della rete 4G.
  • Un secondo protocollo, utilizzato, per ricavare le informazioni attraverso rete.
  • Un terzo protocollo, per disconnettere il dispositivo dalla rete 4G.
Leggi anche:  WhatsApp, ecco come leggere i messaggi cancellati dagli amici

Pertanto, a causa di queste vulnerabilità riscontrate, un possibile hacker, potrebbe accedere con facilità a qualsiasi smartphone e spiare le conversazioni whatsapp: leggere i messaggi, ascoltare le note vocali e inviare falsi messaggi di emergenza.

Una consolazione

Secondo i ricercatori, l’unica consolazione per i consumatori, starebbe nelle attrezzature; poiché, per attuare questi attacchi in modo corretto, occorrono delle attrezzature specifiche e non affatto economiche. Inoltre, l’hacker, deve trovarsi vicino allo smartphone e al proprietario, per riuscire a far accedere, il dispositivo alla falsa cella di rete.

I ricercatori inoltre, hanno informato chi di dovere delle vulnerabilità, ma il problema non può essere risolto, poiché è un errore originario della rete; gli utenti, invece, che stanno lavorando allo sviluppo della rete 5G, stanno avendo un occhio di riguardo in più, per evitare che il problema si ripresenta.