huawei

La direttrice finanziaria di Huawei nonché la figlia del fondatore, Meng Wanzhou, è stata rilasciata su cauzione, per un costo di ben 7,5 milioni di dollari. Questa era stata arrestata una decina di giorni fa con l’accusa di aver violato le sanzioni statunitensi contro l’Iran.

 

La CFO di Huawei, Meng Wanzhou, è stata rilasciata su cauzione

Dicembre è stato sicuramente un mese difficile per l’azienda cinese Huawei. Il primo di Dicembre, infatti, è stata arrestata in Canada la direttrice finanziaria dell’azienda, Meng Wanzhou. La figlia del fondatore di Huawei, infatti, era stata accusata di aver violato le sanzioni statunitensi contro l’Iran.

Una situazione, questa, sicuramente difficile per l’azienda, la quale aveva immediatamente richiesto l’immediata liberazione della sua CFO. E così è stato. Nella giornata odierna, infatti, Meng Wanzhou è stata finalmente rilasciata su cauzione da ben 7,5 milioni di dollari. La direttrice finanziaria di Huawei, ha inoltre accettato di consegnare tutti i propri passaporti e ha accettato di indossare un braccialetto elettronico alla caviglia.

Leggi anche:  LG potrebbe presentare uno smartphone a cui si potrà aggiungere un altro schermo

Il giudice, infatti, ha accettato di liberare la CFO dell’azienda, a patto che quest’ultima fosse sotto sorveglianza nella casa a lei destinata, cioè a Vancouver, tramite un braccialetto elettronico. Tutto questo fino al 6 Febbraio, giorno in cui ci sarà nuovamente l’udienza. La direttrice finanziaria di Huawei, infatti, rischia di essere rinchiusa in carcere per molti anni a causa di queste presunte accuse.

Tutto questo, ovviamente, non fa che inasprire ancor di più i rapporti già molto tesi esistenti tra Stati Uniti e Cina, portando nuove e disastrose conseguenze.