WhatsApp: che multa per gli utenti, il nuovo messaggio obbliga a pagare 300 euro

I limiti di WhatsApp sono ancora molti, a detta di una larga parte degli utenti. La chat di messaggistica istantanea, nonostante il seguito sia grandissimo, ancora non convince del tutto i suoi utilizzatori. Molti, ad esempio, guardano con un pizzico di invidia ad alcune funzioni esclusive presenti solo su altre piattaforme come Telegram o Facebook Messenger.

WhatsApp, l’unico metodo possibile per inviare messaggi programmati agli amici in chat

Una delle mancanze imputate agli sviluppatori di WhatsApp è l’impossibilità di inviare messaggi programmati ai propri amici. Per farla breve, allo stato attuale non si può programmare l’invio di un file o di un testo ad un contatto della propria rubrica in un determinato giorno ed in un determinato orario.

Chi ha l’intenzione di organizzare al meglio le sue conversazioni può avvalersi di una piattaforma esterna disponibile su Google Play. Gli utenti Android dovranno soltanto scaricare “Schedulter No Root”.

Leggi anche:  WhatsApp: nuovo aggiornamento in arrivo, la novità cambia l'app per sempre

Il funzionamento di tale software è molto semplice. Gli interessati dovranno in primis legare il loro profilo WhatsApp all’app (non vi è alcun rischio per quanto concerne virus o malware sul proprio smartphone). Una volta fatto ciò, attraverso l’app terza sarà possibile creare un piccolo promemoria (una sorta di sveglia) con il messaggio da inviare, il destinatario e le indicazioni su data ed ora.

Al momento dell’invio una notifica ci avviserà dell’imminente invio. Reindirizzandoci a WhatsApp, saremo in grado in pochi click di spedire il tutto con la massima precisione e la massima celerità.