smartphone-5g

Il 5G è qui, ma non si può fare molto per accedere a quelle velocità a meno che non si viva in ​​un luogo specifico con una particolare tecnologia. Ecco, tutto questo sta per cambiare. Samsung e Verizon hanno annunciato che le aziende venderanno uno smartphone 5G nella prima metà del 2019. Sebbene non abbiano detto quale telefono supporterà questa nuova tecnologia, è ormai noto che in genere Samsung annunci il suo ultimo smartphone Galaxy S in primavera.

Il mystery phone potrebbe non essere il primo smartphone 5G ad essere lanciato sul mercato. Incerti dei piani di altre società, Verizon e Samsung hanno detto che sarebbe “uno dei primi“. Ma Samsung è di gran lunga il più grande produttore di smartphone al mondo e la sua decisione di lanciare uno smartphone 5G significa che il resto del mercato non sarà lasciato indietro. Se le aziende di smartphone vogliono rimanere competitive nei prossimi anni, il 5G sarà presto uno strumento essenziale.

 

Ancora non risolto il problema della disponibilità della rete

La rete 5G di Verizon esiste attualmente solo in alcune piccole città. Tuttavia, mancano di specifici piani o programmi di implementazione, ma si prevede di collegare molte più città online nel 2019 e nel 2020.

Leggi anche:  Samsung Galaxy J5 2017 si aggiorna ad Android 8.1 Oreo

Il 5G promette velocità molto più prestanti del 4G. Molto più veloce, è ancora dibattuto, ma i test di laboratorio hanno ottenuto una velocità fino a 100 volte più veloce del 4G. Tuttavia, quando ci sono milioni di persone sulla rete, la velocità diminuisce leggermente. Le stime del settore indicano che il 5G è circa 10 volte più veloce del 4G negli scenari di vita reale.

È qui che la tecnologia 5G a bassissima latenza è davvero utile. Le reti odierne impiegano un secondo per inviare e ricevere comunicazioni tra lo smartphone e la rete. Una frazione di secondo non è sufficiente, ma il telefono può ricevere decine di richieste ogni volta che si tocca lo schermo. Il 5G riduce il tempo di comunicazione della rete praticamente a zero.

Ed è una tecnologia entusiasmante per i possessori di smartphone, ma è potenzialmente molto più importante per i clienti e le aziende a banda larga.