Negli ultimi anni, il mercato della telefonia, è diventato molto ampio perché sono nati molti gestori telefonici virtuali; è pur vero che, quest’ultimi, con le loro offerte low cost, hanno dato inizio ad una vera e propria battaglia, a chi si accaparra più clienti.

Il consumatore, infatti, ha davanti a sé, un’ampia scelta di piani tariffari che soddisfi qualunque esigenza, ma, è doveroso non cascare in qualche truffa; le truffe online o telefoniche, sono sempre esistite, è ancora oggi non hanno smesso di cessare ed è per questo motivo, che il consumatore deve avere sempre un occhio di riguardo in più.

Truffe telefoniche

I malintenzionati, solitamente, si divertono a telefonare per conto di una azienda telefonica e truffare un qualsiasi consumatore; spesso si cimentano, in operatori telefonici, che lavorano per aziende note come Tim, Vodafone o Wind Tre.

Leggi anche:  Tim regala uno sconto di 15 euro solo ad alcuni utenti, ecco i dettagli

L’ultima truffa, riguarda proprio i call center, dei gestori sopra citati e di truffatori che hanno studiato una strategia “perfetta”; le vittime spiegano, che i truffatori, riescono a concludere il contratto, tramite delle domande a trabocchetto che invogliano a dire il fatidico “si”.

Cari consumatori, per evitare di trovarsi con contratti conclusi, di cui non si conosce nemmeno l’esistenza, rimanete sempre con occhi e orecchie aperte perché le truffe telefoniche sono quelle più diffuse; per qualsiasi consumatore, vittima di truffa, è importante fare ricorso all’Autorita per le garanzie nelle comunicazioni (AGCOM).

L’AGCOM è l’organizzazione che ha due compiti principali: è in suo dovere controllare il corretto funzionamento di ogni azienda, operante nel mondo della telefonia; inoltre, ha il compito, di tutelare ogni individuo da un disservizio.