ban account WhatsappUsiamo Whatsapp Messenger nel modo più spregiudicato possibile. Questo senza sapere che vi sono delle azioni che possono portare alla chiusura dell’account. Ci sono 10 casi in cui il nostro profilo può essere bloccato dallo sviluppatore. Scopriamo subito in quali casi occorre porre particolare attenzione.

 

Account Whatsapp chiuso: cosa non fare

Su Whatsapp è possibile fare di tutto. Addirittura spiare i contatti attraverso trucchi, metodi e procedure ormai molto conosciute. Non è proprio così. Ci sono 10 azioni pericolose che portano al ban del profilo. In definitiva l’accesso all’applicazione viene bloccato e non sarà possibile inviare o ricevere messaggi, file multimediali e fare chiamate e video chiamate.

 

Whatsapp: 10 cose da non fare

  • Inviare messaggi illegali, osceni, diffamatori o minacciosi
  • Inviare messaggi che promuovono crimini violenti
  • Creare un falso account di una persona o impersonarla in qualche modo
  • Inviare un numero esagerato di messaggi a persone che non sono tra i tuoi contatti
  • Tentare di alterare o modificare i codici di accesso
  • Inviare virus o malware
  • Cercare di hackerare i server per spiare qualcuno
  • Usare WhatsApp Plus (l’applicazione fraudolenta non ufficiale che ruba i dati degli utenti a fini commerciali)
  • Venire bloccato da molti utenti
  • Venire segnalato da molti utenti
Leggi anche:  Whatsapp: la funzione che tutti aspettano sta per arrivare con aggiornamento di Dicembre

Sono questi i punti salienti del decalogo del non fare. Se si violano queste regole l’account viene sospeso. Chi usa Whatsapp nel tempo libero potrebbe non incontrare alcun problema per una sospensione temporanea. Portare la stessa situazione in ambito Business può però significare perdita di credibilità e clienti. Fate bene i conti prima di intraprendere azioni simili che precludono l’uso di questo potente strumento di comunicazione.